Il bello delle polpette è che piacciono a tutti, si possono congelare, sono un pranzo divertente da mettere in schiscetta. Queste vanno completate con una bella insalata o delle verdure grigliate ed eventualmente un contorno di riso integrale o di quinoa. Ho inserito una variante per chi vuole evitare il glutine.

Foto Unsplash

Ingredienti

  • 350 g di spinaci

  • 200 g di ricotta vaccina o ovina

  • 50 g di pangrattato integrale o 30 g farina integrale di avena o riso (versione senza glutine)

  • 1 uovo bio

  • 50 g di parmigiano reggiano

  • Olio evo qb

  • Sale (ed eventualmente pepe) qb

Procedimento

Fate appassire gli spinaci in un cucchiaio di olio evo e acqua per qualche minuto. Se volete, potete insaporire l’olio con cipolla, scalogno o aglio, a vostro gusto (da togliere prima di mettere gli spinaci). Una volta ben appassiti, fate raffreddare a tagliateli grossolanamente col coltello o la mezzaluna. Aggiungete la ricotta (fatta scolare in un colino se non abbastanza asciutta), il parmigiano grattugiato, l’uovo. Per una migliore consistenza, aggiungete anche il pangrattato o la farina di riso integrale. Salate (poco!), pepate (se vi piace) e amalgamate il tutto mescolando con un cucchiaio. Quando avrete ottenuto un composto omogeneo, prelevate una cucchiaiata di impasto per volta e modellatela fra i palmi delle mani per formare una pallina, poi schiacciatela leggermente. Man mano che sono pronte (dovrebbero uscirne una ventina), adagiate le polpette in una teglia foderata con carta forno, poi irrorate con un filo di olio. Cuocete in forno statico preriscaldato a 200° per circa 25 minuti, girandole a metà cottura.